Formazione 4.0 e credito d'imposta

La legge di Bilancio 2021 ha prorogato fino al 31/12/2022 la possibilità per le imprese di usufruire del credito d’imposta per le spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie 4.0. La misura è volta a sostenere le imprese nel processo di trasformazione tecnologica e digitale creando o consolidando le competenze nelle tecnologie abilitanti necessarie a realizzare il paradigma 4.0.

VANTAGGI

Il credito d’imposta è riconosciuto in misura del:

  • 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di € 300.000 per le micro e piccole imprese
  • 40% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di € 250.000 per le medie imprese
  • 30% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di € 250.000 le grandi imprese.

La misura del credito d’imposta è aumentata per tutte le imprese, fermo restando i limiti massimi annuali, al 60% nel caso in cui i destinatari della formazione ammissibile rientrino nelle categorie dei lavoratori dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati, come definite dal decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del 17 ottobre 2017.

TEMATICHE DELLA FORMAZIONE 4.0

  • big data e analisi dei dati;
  • cloud e fog computing;
  • cyber security;
  • simulazione e sistemi cyber-fisici;
  • prototipazione rapida;
  • sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (rv) e realtà aumentata (ra);
  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo macchina;
  • manifattura additiva (o stampa tridimensionale);
  • internet delle cose e delle macchine;
  • integrazione digitale dei processi aziendali.

A CHI SI RIVOLGE

Tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali.
Sono escluse le imprese in stato di liquidazione volontaria, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo senza continuità aziendale, altra procedura concorsuale. Sono inoltre escluse le imprese destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell’articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231.
La fruizione del beneficio spettante è subordinata alla condizione del rispetto delle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e al corretto adempimento degli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

Consulenza per le aziende

Sei pronto per la trasformazione digitale della TUA azienda?
Dida sarà al tuo fianco per ottenere subito il credito d'imposta ed erogare la formazione.
Tu risparmi sui costi di formazione del personale.
Insieme INNOVIAMO la tua azienda!

IL NOSTRO CATALOGO CORSI FORMAZIONE 4.0

L’offerta Dida per la “Formazione 4.0” al momento prevede i seguenti corsi a catalogo:

  • Come i big data possono trasformare un’organizzazione
  • Internet delle Cose (IoT)
  • Cloud Computing
  • Cyber Security: sicurezza dei sistemi informatici e delle reti
  • Dropbox
  • GDPR

Scarica il catalogo Formazione 4.0

Il catalogo si arricchisce di soluzioni formative (corsi ad hoc) che mettono in campo una varietà di risorse destinate alla crescita ed al trasferimento delle competenze con l'obiettivo di aiutare gli individui a tradurre il pensiero in azione e ad usare la conoscenza come “strumento” di cambiamento della propria realtà professionale.

Per informazioni e consulenze: bcaruso@gruppodida.it